back to top

MotoGP: ad Aragón la Ducati conquista il suo terzo titolo costruttori consecutivo.

Notizie dalla Motor Valley

Durante il fine settimana di MotoGP appena concluso ad Aragón, la Ducati conquista il suo terzo titolo mondiale costruttori consecutivo. La casa di Borgo Panigale ottiene così il suo quarto titolo iridato nella classe regina, con cinque gare d’anticipo sulla fine del campionato.

Tra i piloti che hanno contribuito al raggiungimento di questo traguardo, con le 10 vittorie ottenute nel 2022, ci sono sicuramente Pecco Bagnaia ed Enea Bastianini, protagonisti assoluti al traguardo nel GP spagnolo di Aragona.

Grande vittoria del pilota della Motor Valley Enea Bastianini

Chiamatela rivincita di Misano, chiamatela quarta vittoria stagionale, chiamatela come volete… Semplicemente una gara capolavoro quella di Enea Bastianini che con la vittoria consegna il titolo costruttori a Ducati e (grazie anche alla caduta di Quartararo) si avvicina alla vetta della classifica generale ora a meno 48 punti.


Grande vittoria e non è stato per nulla facile perché Pecco anche qui come a misano non ha commesso errori. Ho deciso di provarci in quello stesso momento. Ero vicino, avevo margine, e ci sono riuscito. Devo rimanere sul pezzo in questi ultimi 5 GP, in Giappone non ho mai corso con una motogp, ma voglio fare bene e provare ad essere sempre sul podio”.

Pecco secondo, ma sempre più vicino alla vetta del mondiale

Partito dalla pole position, il pilota del Ducati Lenovo Team è scattato bene al via e si è messo subito al comando della gara. Dopo un primo scambio di posizioni con Bastianini, Pecco ha mantenuto la prima posizione fino all’ultimo giro, quando il compagno di marca lo ha superato ottenendo la vittoria per soli 42 millesimi. Grazie al secondo posto di oggi e, complice anche la caduta di Quartararo al primo giro, Bagnaia porta a soli 10 punti il suo distacco dal pilota francese.

 


Sono molto contento del risultato di oggi. Enea e io abbiamo fatto davvero una gran gara! Sapevo che sarebbe stato molto veloce negli ultimi giri e quando mi ha sorpassato non me la sono sentita di rispondergli. Ho provato a vincere e ho aspettato un’opportunità sicura per passarlo che alla fine non c’è stata. Sapevo che questi 20 punti erano importanti e ho preferito non rischiare. Ora dobbiamo restare concentrati e pensare già alla prossima gara in Giappone la prossima settimana”.

Dettagli
notizia
Organizzazioni Coinvolte
Attività Correlate
Ducati World
Ducati World
Ducati Dream Tour
Ducati Dream Tour
Tribune Ducati
Tribune Ducati
DRE ACADEMY
DRE ACADEMY
Altre attività