back to top

DTM, Imola: spettacolo, adrenalina e colpi di scena sull'Autodromo Enzo e Dino Ferrari.

Notizie dalla Motor Valley

Gare avvincenti e spettacolari hanno decretato il successo sportivo e organizzativo del round italiano del DTM, che per la prima volta nella sua storia ha fatto tappa all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. In uno dei circuiti più iconici della Motor Valley sono andate in scena non solo le due gare del DTM, ma anche le competizioni del: DTM Trophy, DTM Classic DRM Cup, Porsche Carrera Cup Deutschland, Lotus Cup Europe e Mitjet.

DTM, Imola: il dominio di René Rast in gara1

Vittoria mai in discussione di René Rast (Audi) nella gara1 del DTM. Scattato dalla pole position, ha avuto il momento più complicato alla prima staccata, quando è riuscito a tenere dietro con decisione Nico Muller (Audi) scattato al suo fianco. Dopo di che ha gestito con autorità la gara, chiudendo al comando con un margine di assoluta tranquillità sul compagno di marca. Una gara tutto sommato monocorde che è stata resa emozionante dalla straordinaria rimonta di Mirko Bortolotti. Dopo la penalizzazione al termine della qualifica, che lo ha retrocesso dal sesto al sedicesimo posto in griglia, il pilota della Lamborghini ha azzeccato la strategia, rimanendo in pista il più possibile prima del cambio gomme. Questo gli ha permesso di effettuare diversi giri a pista libera, recuperando fino all’ottava posizione. A quel punto si è lanciato in una imperiosa rimonta che l’ha portato addirittura sul podio, al termine di un deciso duello con Thomas Preining (Porsche), con tanto di contatto. Bortolotti, autore anche del giro veloce in 1’40”957, grazie a questi risultati è salito al secondo posto in campionato, a 3 punti dal leader Sheldon van der Linde (BMW), solamente ottavo in gara. Ritirato l’ex-pilota di F1 Timo Glock (BMW).

DTM, Imola: colpi di scena anche in gara2

Spettacolo, adrenalina e colpi di scena anche nella seconda gara del DTM. Ad imporsi è stato lo svizzero Ricardo Feller (Audi), bravo a sfruttare al meglio le situazioni che si sono venute a creare. A cominciare dall’uscita di scena dopo appena tre giri del vincitore di gara1, il tedesco René Rast (Audi), per continuare con quella del brasiliano Felipe Fraga (Ferrari), che lo aveva bruciato al via ma poi ko dopo la ripartenza da safety car. Effettuati tutti cambi gomma, lo svizzero si è ritrovato al comando e a quel punto ha guidato in maniera magistrale andando a cogliere una meritata vittoria. Ottimo anche il secondo posto dello statunitense Dev Gore (Audi), autore di una prova tutta sostanza. Acceso duello per il terzo gradino del podio, che ha visto prevalere il tedesco Marco Wittmann (BMW) sul connazionale Lucas Auer (Mercedes) e Sheldon van der Linde (BMW), con quest’ultimo che ha consolidato la sua leadership in campionato. Non è riuscito infatti il sorpasso in classifica a Mirko Bortolotti (Lamborghini) che, con una zavorra di 30 kg come da regolamento, non è riuscito ad avere le stesse prestazioni della gara del sabato, dovendo accontentarsi della decima posizione davanti all’ex-pilota di F1 Timo Glock (BMW).

Dettagli
notizia
Organizzazioni Coinvolte
Attività Correlate
Visita guidata Autodromo di Imola
Visita guidata Autodromo di Imola
Tour: weekend nella Motor Valley tra motori, arte e sapori
Tour: weekend nella Motor Valley tra motori, arte e sapori
Altre attività