Home / News / Dall'Aerautodromo di Modena parte il Rally della Storia

Dall'Aerautodromo di Modena parte il Rally della Storia

Dall’Aerautodromo di Modena, per alimentare la passione per i motori, un’iniziativa unica al mondo: nasce un Rally che può essere disputato da tutti, ogni giorno dell’anno. E’ il Rally della Storia che tocca le eccellenze motoristiche del Territorio: Musei Ferrari in primis.

Sono due le cose che danno il piacere dell’automobile, si tratti della propria, quella di tutti i giorni o di un modello sportivo o classico: belle strade e piste su cui divertirsi alla guida e luoghi che ne celebrano la storia con modelli da sogno e gesta sportive, possibilmente della Formula 1.
Col Rally della Storia l’Aerautodromo di Modena ha unito questi due ingredienti con una novità in più: per la prima volta un Rally non è l’appuntamento di una data precisa, ma può essere disputato con qualunque auto, da chiunque, ogni giorno dell’anno senza complessità burocratiche o apposita licenza, in due o con amici o figli a bordo.
Come è possibile? Molto semplice: l’Aerautodromo di Modena mantiene attiva tutta l’organizzazione in modo permanete per cui, chi si iscrive, può disputarlo il giorno che crede con tutto il piacere e l’emozione di un autentico evento: bolli sulle portiere, road book, tabella di marcia e un collegamento continuo con l’organizzatore, via Whatsapp, che contribuisce a verificare il rispetto di percorso e prove.
Il Rally della Storia prevede prove in Autodromo e un percorso di 90 chilometri con alcune soste arricchite da speciali e divertenti prove presso la Collezione Panini, il Museo Ferrari di Maranello, le Formula 1 della collezione Giacobazzi a Nonantola e il Museo Enzo Ferrari a Modena. La conclusione del percorso è all’Aerautodromo di Modena dove giungere rispettando l’orario liberamente fissato prima della partenza. Il tracciato prevede anche l’emozione di guidare sulla leggendaria strada chiamata “percorso dei Collaudatori Ferrari” che da Maranello arriva a Puianello e Castelvetro.
Alla conclusione ogni partecipante riceve una pergamena che attesta la partecipazione e il punteggio realizzato. Per chi compie l’intero percorso rispettando tutto quanto richiesto dalla Tabella di marcia, l’attestato riporterà, al posto del punteggio, la scritta Cum Laude dando all’equipaggio il diritto alla partecipazione ad un evento speciale: il Winter history rally. Motorvalley Trophy” del gennaio 2017.
Modalità di partecipazione:
- la richiesta di iscrizione deve essere fatta sul sito www.autodromodimodena.it con l’indicazione del giorno in cui si vuole partecipare, oltre ai dati relativi a partecipanti e modello di auto scelto. Non si esclude l’accettazione di iscrizione fatta, senza preavviso, direttamente all’Autodromo nel giorno stesso di partecipazione, salvo precisi motivi che lo impediscono;
- Le vetture ammesse sono di qualsiasi tipo, purché regolarmente targate e assicurate;
- A bordo della vettura possono esserci tanti passeggeri, quanti la vettura può portare, inclusi bambini essendo il Rally una gita turistica su strade della normale circolazione e senza l’obbligo di media;
- La tassa di iscrizione, che include bolli adesivi per le portiere, road book, tabella di marcia e due pass concorrente che includono l’accesso gratuito ai musei, è di 160 €. L’eventuale costo supplementare di ogni passeggero oltre i due, è di 26€ a testa per il pass che include l’accesso ai Musei.
- I concorrenti devono avere attivo WhatsApp sul proprio smartphone per inviare le risposte ai quesiti che vengono posti durante il percorso.
- Il percorso prevede anche quattro giri turistici sul tracciato dell’Aerautodromo di Modena durante i quali dovranno essere rispettate regole di sicurezza e abilità.
- Ogni concorrente potrà scegliere il tempo di percorrenza dell’intero Rally. Questo tempo non potrà essere inferiore alle cinque ore e potrà essere modificato, comunicandolo via Whatsapp, nel caso il concorrente decidesse di effettuare soste o deviazioni o accumulasse ritardo;
- Le prove presso i Musei e i luoghi di sosta richiedono creatività e impegno. Ad esempio, al Museo Ferrari di Maranello, il concorrente deve scegliere, da un apposito mazzo, una foto che ritrae un particolare di una delle Ferrari esposte. Visitando il Museo deve individuare di quale auto si tratta, fotografare la propria foto di fianco al vero particolare della vettura e inviarla via Whatsapp all’organizzazione. Ovviamente, in caso di errore, scattano penalità.
Un progetto che può diventare evento per aziende o gruppi di amici e club
- l’esistenza di una organizzazione permanente di prova, permette ad Aziende con obiettivi di Team building, a Club di Marca o, semplicemente a gruppi di amici, di svolgere in qualsiasi giorno, il Rally con partenze distanziate di un minuto da un’auto all’altra e con tutto il rituale di una manifestazione sportiva.
- Per promuovere queste forme di turismo di gruppo (minimo 20 partecipanti), l’Associazione Motor Valley Development, incaricata di promuovere il turismo nella Regione Emilia Romagna, mette in palio premi in natura per i partecipanti.
- Tutti i materiali, a partire dal regolamento, sono in italiano ed inglese
Livio Grassi, Socio Fondatore dell’Aerautodromo di Modena e suo appassionato animatore, ha dichiarato “La storia, davvero unica, del motorismo nelle nostre terre, ha avuto un contributo importante dallo storico Aerautodromo che sorgeva in città e dove Ferrari e Maserati, e non solo, collaudavano le proprie vetture da corsa. Il nuovo Aerautodromo prosegue quel cammino e rappresenta per Modena una attrattiva turistica nel nome dello sport. Con questo Rally, unico per originalità ed avvincente col suo programma che prevede anche prove nei due Musei della Ferrari, a Maranello e a Modena, diamo la possibilità di fare anche alcuni giri in pista. E’ un modo per far capire come il divertimento dell’auto, in piena sicurezza, abbia in Modena un prestigioso punto di riferimento”.